MINISTERO DELL'INDUSTRIA, DEL COMMERCIO E DELL'ARTIGIANATO (1855-1985)

MINISTERO DELLE CORPORAZIONI (1926-1943)

MINISTERO DELL'ECONOMIA NAZIONALE (1923-1929)

MINISTERO DELL'INDUSTRIA, DEL COMMERCIO E DELL'ARTIGIANATO


						            
		            
		            
            
            
            
            
            
            
            
            
            leggi tutto MINISTERO DELL'INDUSTRIA, DEL COMMERCIO E DELL'ARTIGIANATO (1855-1985)

Istituito una prima volta nel 1920 come ministero dell'industria e del commercio , era stato presto riassorbito nel ministero dell'economia nazionale istituito in base al r.d. 27 apr. 1923, n. 915 e al r.d. 5 lug. 1923, n. 1439, nel quale, oltre ai servizi relativi all'industria e al commercio erano confluiti anche quelli attinenti all'agricoltura (vedi Ministero dell'agricoltura (1916-1923) ) e quelli attinenti al lavoro e alla previdenza sociale. Nel 1929, in seguito al r.d 12 set. n. 1661 e al r.d. 27 set. n. 1663, al ministero dell'economia nazionale subentrò il ministero dell'agricoltura e delle foreste , mentre le competenze relative all'industria e miniere, al commercio e alla politica economica, al lavoro, alla previdenza e al credito confluirono nel ministero delle corporazioni, che era stato istituito con r.d. 2 lug. 1926, n. 1131; in base all'ordinamento approvato con r.d. 14 nov. 1929, n. 2183, il ministero delle corporazioni fu così organizzato: divisione personale e affar
  • consistenza:
  • 17077 bb., voll., regg. e microfilm
Ministero dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato Inventario a cura di: Margherita Martelli; 2018

Cerca gli inventari

Denominazione

cerca

Cerca nel raggruppamento

Libera

Denominazione

Estremi cronologici

anno      cerca
Archivio Centrale dello Stato
Piazzale degli Archivi, 27 | 00144 ROMA EUR
sovrintendente
Elisabetta Reale